Dracaena draco L.

(Dracaenaceae)

Originario delle isole Canarie, è un albero molto longevo, di grande effetto ornamentale, dal tronco massiccio. Presenta caratteristiche ramificazioni dicotomiche con ciuffi apicali di foglie lineari e, talvolta, brevi radici aeree.

I fiori, riuniti in grandi pannocchie all’apice dei rami, sono ermafroditi, bianco- giallastri e campanulati.

Le infruttescenze formano grappoli vistosi, con bacche globose di colore arancione che maturano in autunno.

Quando si incide il fusto, la linfa esposta all'aria si ossida e si cristallizza, assumendo una colorazione rosso intenso. Da essa si ricava una resina, una sostanza colorante chiamata “rosso dracena”, che fino agli anni ’50 ha trovato impiego nelle preparazioni di vernici, prodotti cosmetici e colori per l’arte pittorica. L’avvento della chimica sintetica ha soppiantato quasi del tutto l’uso di questa straordinaria risorsa vegetale. Oggi, il suo uso principale è nella liuteria per ottenere il rosso ambrato con cui si verniciano i numerosi strumenti ad arco. Il sangue di drago è noto anche per le proprietà astringenti ed emostatiche.

In prossimità di un centro urbano, nell’isola di Tenerife, si trova un gigantesco individuo, la cui età si stima non inferiore a 800 anni. Introdotta a Palermo tra la fine dell’800 e l’inizio del ‘900, oggi esemplari annosi di questa specie arricchiscono la florula dei più importanti giardini storici della città.

Nome comune | Sangue di drago, drago delle Canarie

 

Descrizione | Albero molto longevo e dal tronco massiccio; presenta caratteristiche ramificazioni con ciuffi apicali di foglie lineari e, talvolta, brevi radici aeree. I fiori, riuniti in grandi pannocchie, sono ermafroditi, bianco-giallastri e campanulati. Quando si incide il fusto fuoriesce una resina che ossidandosi e cristallizzandosi assume una colorazione rosso intenso. Le infruttescenze formano grappoli vistosi, di colore arancione, che maturano in autunno.

 

Origine | Isole Canarie

 

Habitat ed esigenze colturali | Predilige suoli ben drenati e teme le gelate. La sua moltiplicazione avviene esclusivamente da seme in quanto le talee difficilmente radicano.

 

Orto Botanico

Università degli Studi di Palermo

Via Lincoln, 2

90133 PALERMO, Italia

Codice Fiscale 80023730825, Partita IVA 00605880822

 

091 23891236

ortobotanico@unipa.it

botanica@unipa.it