HOME     STORIA     FOTO     VIRTUAL TOURS     ZAGARA     CONCESSIONE SPAZI     HERBARIUM MEDITERRANEUM     CONTATTI     REGOLAMENTO     DICONO DI NOI     PRIVACY

Sapindus mukorossi Gaertn.

  (Sapindaceae)

L'albero del sapone è un albero tipico dell’India e del Nepal che produce frutti tondeggianti (drupe), il cui mesocarpo è costituito da una polpa ricca di saponina, un tipo di tensioattivo non ionico noto per le sue spiccate proprietà detergenti. È sufficiente strofinare tra le mani una drupa per ottenere una schiuma bianca, dal profumo che ricorda la carruba e a delicata azione sgrassante. Ancora oggi, i frutti vengono raccolti per la produzione di una vasta gamma di detergenti naturali, dal sapone per il bucato a diversi tipi di shampoo per capelli. I frutti di un’altra specie dello stesso genere, S. saponaria L., originaria del Nuovo Mondo, erano usati come sapone dagli Indiani d’America.

Le infruttescenze, lunghe fino a 25 cm, sono costituite da drupe di colore bruno disposte singolarmente o a coppia, formanti un grosso grappolo. Ogni drupa racchiude un seme particolarmente duro e resistente.

Il seme  si presenta come una perla nera, lucida che un tempo veniva utilizzato per fabbricare le corone dei rosari; oggi è apprezzato soprattutto per la realizzazione di collane, bracciali, orecchini e vari oggetti ornamentali.

I fiori, estivi, sono riuniti in grandi infiorescenze di colore bianco.

Le foglie, lunghe circa 40 cm, imparipennate e alterne, sono composte da foglioline di circa 15 cm, glabre e di forma ovale o lanceolata.

È un albero deciduo che può raggiungere e talora superare i 20 metri di altezza, formando una chioma di grande effetto ornamentale. Relativamente resistente, si adatta a diverse condizioni di suolo, ma non sopporta le basse temperature.

Nome comune | albero del sapone

 

Descrizione | è un albero deciduo che può raggiungere e talora superare i 20 metri di altezza, formando una chioma di grande effetto ornamentale. Le foglie, lunghe circa 40 cm, imparipennate e alterne, sono composte da foglioline di circa 15 cm, glabre e di forma ovale o lanceolata. I fiori, estivi, sono riuniti in grandi infiorescenze di colore bianco. Le infruttescenze, lunghe fino a 25 cm, sono costituite da drupe di colore bruno disposte singolarmente o a coppia, formanti un grosso grappolo. Ogni drupa racchiude un seme di colore nero lucido particolarmente duro e resistente.

 

Origine | Regione himalayana e Asia orientale.

 

Habitat ed esigenze colturali | È un albero relativamente resistente, che si adatta a diverse condizioni di suolo, ma piuttosto esigente in fatto di temperatura. Si moltiplica da seme.

 

Orto Botanico

Università degli Studi di Palermo

Via Lincoln, 2

90133 PALERMO, Italia

Codice Fiscale 80023730825, Partita IVA 00605880822

 

091 23891236 | 091 7489995

ortobotanico@unipa.it