Collezioni

Un orto botanico si differenzia da un qualsiasi altro giardino perché le sue collezioni, oltre ad essere disposte secondo canoni estetici e identificate scientificamente, sono per lo più ordinate per criteri scientifici, prevalentemente secondo ordinamenti sistematici, biologici, geografici ed ecologici.

I circa 10 ettari su cui si estende l'Orto Botanico dell'Università di Palermo possono essere schematicamente suddivisi in ordinamenti e settori, alcuni risalenti alla fondazione, altri creati in seguito all’ultimo ampliamento dei primi anni del secolo scorso, altri ancora risalenti a 15-20 anni fa, risultato della grande opera di arricchimento delle collezioni intrapresa a partire dagli anni ‘90 del secolo scorso. I più importanti, sia per l’entità delle piante presenti sia per l’estensione, sono quelli a carattere sistematico, il sistema di Linneo, quello di Engler, il Palmetum e il Cycadetum.

 

7

8

9

6

5

10

4

3

2

1

11

12

13

14

15

16

1

3

5

A

B

C

D

F

E

G

H

I

L

M

N

O

P

Q

R

S

T

U

V

10

4

17

18

19

20

21

22

22

23

23

23

24

25

26

27

28

29

30

31

32

33

33

33

33

33

34

35

36

37

38

38

39

40

40

41

41

41

41

41

42

40

43

43

44

45

46

1

2

3

4

5

6

7

8

9

10

11

12

Ficus macrophylla subsp. columnaris

Bombax ceiba

Ginkgo biloba

Dracaena draco

Cycas revoluta

Magnolia grandiflora

Melaleuca

Albero del sapone

Felci, aracee e pandani

Bambuseto

Papiro

Arboreto australiano

13

14

15

16

17

18

19

20

21

22

23

24

Araucaria columnaris

Noce del Queensland

Baniano

Felci arboree

Yucca cfr. schottii

Sicomoro

Lecceta

Macchia mediterranea

Settore delle gimnosperme

Settore delle monocotiledoni

Settore delle dicotiledoni

Sughereta

25

26

27

28

29

30

31

32

33

34

35

36

Giardino delle succulente

Ficus rubiginosa

Piante da essenza

Piante da corteccia

Piante da resina

Piante da caucciù

Piante oleose

Piante tessili

Frutteto tropicale

Ceiba speciosa

Collezione di Bahuinia

Collezione di Erythrina

37

38

39

40

41

42

43

44

45

46

Collezione di Cupressus

Giardino dei semplici

Vigna del Gallo

Collezione di plumerie

Collezione di agrumi

Frassino da manna

Nespolo del Giappone

Araucaria bidwillii

Mimosa sensitiva

Papaya

A

B

C

D

E

Gymnasium

Tepidarium

Calidarium

Sala "D. Lanza"

Padiglione "Tineo"

F

G

H

I

L

Caffetteria

Porta Maggiore

Giardino d'inverno

Aquarium

Casa del Papiro

M

N

O

P

Q

Collinetta mediterranea

Aula “A. Di Martino”

Resti chiesa S. Dionisio

Semenzaio

Serra delle farfalle

R

S

T

U

V

Erbario mediterraneo

Serra delle succulente

Serra delle semine

Serra tropicale

Area di servizio

Il totale dei reperti in piena terra, delle collezioni scientifiche dell’Orto Botanico di Palermo, ha una consistenza rilevata in circa 3500 individui riferibili a 1692 taxa specifici e infraspecifici diversi.

La componente fanerogamica e quella pteridofitica è rappresentata, rispettivamente, da 1675 e da 17 specie differenti.

Esattamente si contano 166 famiglie rappresentate da 616 generi, 1507 specie, 19 sottospecie, 86 varietà, 6 forme e 56 nototaxa.

Tra le Gymnospermae si contano 12 famiglie, 24 generi e 164 taxa specifici e infraspecifici. Le famiglie più rappresentate sono Zamiaceae (65 specie e 6 generi), Cupressaceae (28 specie, 4 generi), Cycadaceae (26 specie, 1 genere), Pinaceae (23 specie, 3 generi).

Le Angiosperme monocodiletoni (Liliopsida) ammontano a 31 famiglie. Tra queste Arecaceae (117 specie, 42 generi), Agavaceae (42 specie, 4 generi), Aloaceae (29 specie, 1 genere) e le Poaceae (24 specie, 14 generi).

Le Angiosperme dicotiledoni (Magnoliopsida) sono, ovviamente, le più numerose: 115 famiglie. Tra queste Leguminosae (117 specie, 43 generi), Cactaceae (49 specie, 15 generi), Verbenaceae (48 specie, 9 generi) e Rutaceae (43 specie, 15 generi).

Si è ritenuto necessario aggiornare questo numero perché nel corso degli ultimi anni, esso ha sicuramente subito delle forti fluttuazioni dovute a svariati motivi riconducibili principalmente ai cambiamenti microclimatici dell’Orto, alle risorse disponibili, alla creazione di nuovi settori e alla dismissione di altri, al naturale decorso vitale di alcune specie e, in ultimo, agli effetti disastrosi dei non più rari eventi meteorologici durante il periodo invernale.

In quest’ottica, si è resa necessaria quindi avviare oltre che una verifica sulla consistenza reale delle collezioni, una loro revisione tassonomica e nomenclaturale, lavoro non certamente immediato e di facile soluzione considerato il costante sviluppo delle conoscenze nel campo della sistematica e della tassonomia, che ha portato alla modifica dei nomi di numerosi taxa.

 

Tutte le piante dell’Orto Botanico sono dotate di targhetta identificativa che riporta:

- il binomio scientifico

- il patronimo (chi ha dato il nome alla specie o alla sottospecie, varietà o forma)

- la famiglia

- la classe

- l’origine geografica.

Classe

Binomio scientifico

Famiglia

Patronimo

Origine

Possibile rango infraspecifico

(sottospecie, varietà e forma)

 

 

Alcune specie di particolare interesse sono corredate anche da cartelli esplicativi.

In questi è presente, inoltre, un QR-Code che rinvia a una pagina web di approfondimento.

 

Orto Botanico

Università degli Studi di Palermo

Via Lincoln, 2

90133 PALERMO, Italia

Codice Fiscale 80023730825, Partita IVA 00605880822

 

091 23891236

ortobotanico@unipa.it

botanica@unipa.it